grandi donne torinesi

Storie di grandi donne torinesi

 

Sarà che siamo un’agenzia tutta al femminile, ma ci chiedevamo: “Cosa ci racconterebbe Torino se la sua Storia fosse spiegata dalle donne?”

Forse non di guerre, non di strategie militari, non di potere, ma di amori, di passioni, di intrighi, di pettegolezzi e di vanità. Tuttavia la storia di Torino è anche la storia di grandi donne.

La storia al femminile di Torino è fatta da donne abili, da scrittici, scienziate, soubrette, sindacaliste, sartine, cortigiane, donne della televisione e della radio, tutte con un comune denominatore: una forte personalità che ha lasciato un’impronta forte durante i secoli.

E non parliamo solo delle più conosciute (per lo meno dai torinesi) come le due “Madame reali”, ma anche di donne dai curiosi “primati”.

Lo sapevate che la prima donna ad aver preso la patente di guida fu la torinese Ernestina Macchia Prola nel 1907?

E che la torinese Maria Farné Velleda fu la seconda donna in Italia ad ottenere la laurea in Medicina il 18 luglio 1878?

Nel 1921 ci furono anche delle donne a fondare il Partito Comunista Italiano; ci sono donne Politiche – Sindacaliste come Teresa Noce, che fu anche una tra le 21 donne elette all’Assemblea Costituente nel 1946 e una delle 5 incaricate ad elaborare la Costituzione  e Rita Montagnana, prima moglie di Palmiro Togliatti, che insieme a Teresina Mattei, proposero l’8 Marzo come Festa delle Donne e l’adozione della mimosa come simbolo della ricorrenza. Il primo fiore della primavera, un fiore resiliente che sboccia anche in condizioni difficili!

Impossibile non ricordare poi, la grande Rita, neurologa, insignita nel 1986 del Premio Nobel per la medicina e senatrice a vita, Rita Levi Montalcini!

Ci piace anche ricordare chi ha trasformato paillettes e piume di struzzo in vere “armi” di seduzione, la star del varietà degli anni Venti e Trenta, Isa Bluette! Isa diventa rapidamente una Vedette e Primadonna di una serie di riviste ed operette di successo in tutta Italia.
Ad Isa dobbiamo la scoperta professionale di due tra i comici più amati da tutti: il torinese Erminio Macario e il principe Antonio de Curtis, in arte Totò.

Dietro a questi nomi ci sono volti, vita vissuta, passioni, lavoro e sacrifici. Noi, da donne, saremo ben liete di accompagnarvi e farvi raccontare queste e altre storie… da un uomo!