Langhe

Tour dei tre vini: Gavi – Asti Spumante – Brachetto

Il Tour dei tre vini è dedicato a chi ama il buon cibo, il buon vino e la scoperta di terre meravigliose

1 giorno: Le terre del Gavi – Asti
Arrivo nelle Terre nel Gavi, pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita guidata al Forte di Gavi: maestosa costruzione situata nel paese omonimo e costruito per difendere la Via Postumia che collegava la Repubblica di Genova e il Basso Piemonte. Al termine sosta in cantina per degustare il “Gavi” o “Cortese di Gavi”, vino DOCG bianco che caratterizza la produzione vitivinicola di queste colline. Trasferimento ad Asti cena e pernottamento

2° giorno Asti / Canelli

Colazione in hotel, e poi mattinata dedicata alla scoperta di Asti, visita guidata della città.
Fino al XIII secolo Asti fu uno dei centri più ricchi del nord Italia in quanto centro strategico di scambi commerciali e bancari. La città sorge sulla riva sinistra del fiume Tanaro ed è inserita nelle colline della fiorente regione del Monferrato, famosa per le sue tradizioni enogastronomiche e le sue bellezze artistiche, ricca di molteplici testimonianze di arte romanica.
Ottimo pranzo in ristorante
Proseguimento per Canelli, patria delle bollicine. Visita alle prestigiose cantine sotterranee, sontuose, solenni, soprattutto uniche cantine di Canelli, tanto da essere state dichiarate dell’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”. Chilometri e chilometri di gallerie e sale che si snodano nelle viscere della collina tufacea su cui sorge il centro abitato, Veri capolavori di ingegneria e architettura custodiscono gli spumanti a una temperatura costante di 12-14 gradi. Degustazione in cantina

3° giorno : Acqui Terme 

Prima colazione in hotel e partenza verso Acqui Terme.
visita guidata della città di Acqui: città con origini romane, si trova sulla sponda sinistra del fiume Bormida e deve la sua fama alle sorgenti di acqua sulfurea che ne hanno fatto una città termale. Per questo motivo una tappa obbligata durante la visita alla città é in P.za della Bollente dove si trova l’edicola marmorea da cui sgorga acqua solfo-bromo-iodica a 75°C. Si prosegue poi con la scenografica salita che conduce al Duomo e con uno sguardo all’antico quartiere della “Pisterna” che da alcuni anni impegna il comune di Acqui in una grandiosa opera di recupero e restauro. Possibilità di inserire una degustazione di “Brachetto” vino DOCG originario del Monferrato dal sapore dolce, morbido e delicato.
OPPURE in alternativa si può effettuare la visita a Villa Ottolenghi progettato a partire dal 1920, è l’unico esempio in Italia di stretta collaborazione tra: architetti, pittori, scultori e mecenati per dare vita alla creazione di una dimora padronale caratterizzata dalla presenza di importanti opere d’arte. Il giardino, progettato nel secolo scorso da Pietro Porcinai, celebre architetto del paesaggio, è stato insignito del prestigioso “European garden Award”, premio che va all’operazione di recupero e rilancio della Dimora storica condotta negli ultimi anni
Ottimo pranzo in Agriturismo sulle colline acquesi.
FINE SERVIZI