Archivio tag: Reggia di Venaria

stazione-alta-velocita

Da Sud a Nord: Torino in treno Alta Velocità – 3gg

Torino è ben collegata dai treni ad Alta Velocità e un week end lungo è possibile in tutta comodità anche per gruppi che arrivano da più lontano.

GIORNO 1
Arrivo con treno Alta Velocità alla stazione di Porta Nuova in mattinata, deposito bagagli in hotel attiguo. Incontro con la guida in hotel e inizio della visita del centro storico a piedi: da piazza Carlo Felice a piazza San Carlo, il nostro bel salotto cittadino, con le sue chiese “gemelle” ed i caffè storici sotto i portici. Proseguimento verso  Piazza Castello, circondata da antichi edifici barocchi come  Palazzo Reale,  palazzo Madama e la Chiesa di San Lorenzo, considerata una delle trecento chiese più belle al mondo. Sosta per il pranzo libero. Pomeriggio proseguimento delle visite lungo la porticata via Po, piazza Vittorio, per raggiungere la Mole Antonelliana, simbolo “verticale” della città! Sosta golosa in elegante caffè storico per degustare una buona “merenda reale” , con tradizionale “bicerin” torinese servito insieme ad altre deliziose bontà della tradizione piemontese. Rientro in hotel, cena  in ristorante attiguo, pernottamento in hotel.

GIORNO 2 :  UN GIORNO A CASA SAVOIA
Colazione in hotel, appuntamento con la guida ed il bus privato. Breve trasferimento a Venaria Reale  per la  visita della Reggia dei Savoia, grandioso complesso alle porte di Torino con 80.000 metri quadri di edificio monumentale e 50 ettari di giardini, è un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’ Unesco nel 1997 e aperto al pubblico nel 2007 dopo essere stato il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali.  Pranzo in ristorante. Trasferimento in bus alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, edificata a partire dal 1729 su progetto di Filippo Juvarra, è sontuosa e raffinata dimora prediletta dai Savoia per feste e matrimoni durante i sec. XVIII e XIX, nonché residenza prescelta da Napoleone nei primi anni dell’800. Agli inizi del XX secolo è scelta come residenza dalla Regina Margherita e dal 1919 è anche sede del Museo dell’ArredamentoRientro in hotel, cena in ristorante e pernottamento

GIORNO 3
Colazione in hotel, incontro con la guida e visita del Museo Egizio, l’unico con quello del Cairo, dedicato esclusivamente all’arte ed alla cultura dell’Egitto antico. Molti studiosi di fama internazionale, a partire dal decifratore dei geroglifici egizi, Jean-François Champollion, che giunse a Torino nel 1824, si dedicano da allora allo studio delle sue collezioni, confermando così quanto scrisse Champollion: «La strada per Menfi e Tebe passa da Torino». Pranzo libero. Eventuale tempo libero, ritiro bagagli in hotel e partenza.

 

LA QUOTA COMPRENDE:

  • 2 notti in ottimo hotel 3*centralissimo, stanze doppie con servizi, trattamento di HB, bevande incluse ( Ristorante  non  interno, ma attiguo)
  • 1 pranzo bevande incluse
  • Prenotazioni obbligatorie e a pagamento al Museo Egizio (euro 10,00a gruppo) + Reggia di Venaria (euro 15,0o a gruppo) + Palazzina di Stupinigi
  • Torino card valida per tutti i musei in programma
  • Merenda Reale in caffè storico
  • Guida locale  abilitate per tutte  le visite in programma
  • Bus per l’escursione Reggia/ stupinigi
  • Tassa di soggiorno comunale (euro 2,80 a notte)
  • Nostra assistenza
  • 1 free ogni 25 paganti

LA QUOTA NON COMPRENDE: 

  • Eventuale salita con ascensore alla terrazza panoramica della Mole Antonelliana
  • Il treno
  • Le assicurazioni
  • Tutto ciò che non è menzionato nella “quota comprende”

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
CON  HOTEL *** CENTRALISSIMO . Comodissimo alla stazione di Porta Nuova e per i giri a piedi a partire da € 272,00 A PERSONA in camera doppia
SUPPLEMENTO SINGOLA : EURO 25,00 a notte a persona

 

brueghel_06_trappola-per-uccelli

Brueghel alla Reggia di Venaria

Una mostra  che vale la visita e se poi non avete mai visitato la Reggia, vi consigliamo il biglietto tutto incluso e trascorrerete una giornata alla scoperta di questa affascinante residenza.

“Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga” inaugurata il 21 Settembre resterà aperta fino al 19 Febbraio alla Reggia di Venaria.

“La mostra Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga celebra alla Reggia di Venaria la più importante congrega di artisti fiamminghi a cavallo tra il XVI e XVII secolo, coloro che sono stati interpreti dello splendore del Seicento e la cui dinastia è diventata marchio di eccellenza nell’arte pittorica. Le opere esposte ripercorrono la storia -lungo un orizzonte temporale di oltre 150 anni- di cinque generazioni attive tra il XVI e il XVII secolo analizzando la rivoluzione realista portata avanti dal geniale capostipite della famiglia Pieter Brughel il Vecchio, seguito dai figli Pieter Brueghel il Giovane – Di suo figlio Jan Brueghel il Giovane è esposta la bellissima versiRisultati immagini per brueghel venariaone delle Tre grazie realizzata nel 1635 insieme a Frans Wouters accanto a Natura morta con frutta e uccello esotico (1670) di Abraham (pronipote di Pieter Brughel il Vecchio, specializzato nelle nature morte) e accanto a opere di Marten van Cleve – tra i più attenti al lavoro del capostipite della famiglia- che realizza tra il 1558 e il 1560 la straordinaria serie di sei tavole del Matrimonio contadino attualizzando temi evangelici come quello della Parabola del buon pastore (1578).”

E poi da Novembre anche quest’anno Torino si illuminerà fino a Gennaio 2016 con le Luci d’Artista, presto maggiori dettagli.

Per la programmazione completa What’s on in Torino

Vi aspettiamo! Richiedeteci il vostro preventivo individuale o di gruppo su oneiros_viaggi@yahoo.it

torino

Torino e alcune sue eccellenze

1 GIORNO – / TORINO

Partenza dai luoghi stabiliti. Arrivo a Torino, pranzo e successivamente incontro con la guida e panoramica in bus: la collina torinese, il fiume Po, la chiesa della Gran Madre, il parco e il Castello del Valentino (esterno) con il Borgo Medioevale, la Mole Antonelliana (esterno)
Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2 GIORNO – TORINO CAPITALE E IL MUSEO EGIZIO

Colazione in hotel. Visita del centro storico a piedi: Piazza Castello con il Palazzo Reale (esterno) e lo scalone monumentale di Palazzo Madama, sede del Senato Sabaudo, la chiesa di San Lorenzo, considerata una delle trecento chiese più belle al modo, creazione di Guarino Guarini. Proseguimento per la via Garibaldi, la galleria San Federico per giungere alla scenografica p.za San Carlo (Possibilità di inserire il tempo della S. Messa di Pasqua)
Pranzo in ristorante
Nel pomeriggio proseguimento delle visite con il Museo Egizio. Fondato nel 1824 è il secondo al mondo per importanza dopo quello de Il Cairo e riaperto al pubblico (dal 01 aprile 2015) completamente riallestito.Tempo libero.
Cena in hotel e pernottamento

3 GIORNO:  LA CULTURA VALDESE….UNA SCOPERTA
Partenza per le valli valdesi, arrivo a Torre Pellice dove edifici e istituzioni testimoniano la sua realtà di capitale del mondo valdese.
Visita del tempio e al museo. Pranzo presso la foresteria
Nel pomeriggio interessante visita all’ecomuseo Feltrificio Crumière di Villar Pellice.
Rientro in hotel, cena e pernottamento

4 GIORNO – LA REGGIA DI VENARIA

Colazione in hotel. Visita alla Reggia barocca dei Savoia, simbolo di splendore, prestigio e magnificenza. Si visiteranno gli ambienti da poco restaurati: il grande salone, la galleria di Diana e la chiesa di Sant’Umberto. Il percorso di visita della Reggia di Venaria è impreziosito della presenza di una serie di inserti multimediali altamente evocativi, ideati del celebre regista Peter Greenaway. Passeggiata nei giardini.
Pranzo in ristorante

FINE SERVIZI

 

Qualche IDEA per ESSERE a TORINO durante l’OSTENSIONE della SANTA SINDONE

 

Di seguito trovate alcuni suggerimenti per organizzare in GRUPPO qualche giorno a TORINO e vivere in prima persona la prossima OSTENSIONE DELLA SANTA SINDONE (dal 19 APRILE al 24 GIUGNO 2015) e partecipare ai numerosi eventi che si svolgeranno in città!

S. SINDONE e SITI UNESCO del MONFERRATO

A TORINO S.SINDONE e DON BOSCO

TORINO -L’OSTENSIONE E LA REGGIA DI VENARIA

TORINO, LA S.SINDONE E LANGHE

 

 

 

 

 

 

 

VI RACCONTIAMO ALCUNE MOSTRE DA NON PERDERE

 

TORINO HA SEMPRE UNA SCUSA per farsi visitare anche se ci siete già stati!

Attualmente sono aperte mostre di primaria importanza che possono soddisfare la curiosità e il piacere di una visita per tanti gusti differenti; la BELLEZZA è il tema dominante, declinata in tutte le sue forme in ogni epoca! Si può iniziare presso la Mole Antonelliana – Museo del Cinema, con gli abiti da Oscar delle dive, proseguire ancora con abiti anche alla Reggia di Venaria e vedere la mostra Alta Moda e Grande Teatro e poi……

…… in apertura dal 19 Aprile presso Palazzo Chiablese, proprio accanto alla Piazzetta Reale, una mostra che si annuncia già un successo: PRERAFFAELITI. L’UTOPIA DELLA BELLEZZA.

Da Londra e precisamente dalla TATE GALLERY, arriveranno 70 opere di Everett Millais, Dante Gabriel Rossetti, Ford Madox Brown, William Hunt, John Williams Waterhouse: l’arte ricondotta a pura espressività religiosa, ma che arriva ad assumere toni di protesta sociale contro il materialismo della civiltà industriale. Il movimento nasce in Inghilterra a metà del 1800 e prende vita dalla tendenza romantica a rivalutare l’arte dei pittori del ‘400 e gli artisti preraffaeliti furono interpreti della società vittoriana cogliendone tutta l’ambiguità. Questa corrente favorì gli sviluppi dell’arte decorativa e dell’architettura con produzioni di altissimo livello di carte da parati, tessuti, vetrate, arazzi.

Torino Palazzo Chiablese dal 19 aprile al 13 Luglio

Alla REGGIA di VENARIA –  SPLENDORI DELLE CORTI ITALIANE: GLI ESTE – Inaugurata l’8 marzo rimarrà aperta fino al 06 Luglio e ha già riscontrato il successo del pubblico.

Guercino - Venere, Marte e Amore (part.)Umanesimo, Rinascimento, Barocco e lo slancio mecenatistico della corte degli Este sono i temi che vengono affrontati dalle opere in mostra e provenienti dalla GALLERIA ESTENSE di MODENA, un’occasione unica per ammirarli.
Il duca Alfonso I e il ducato di Francesco I sono i protagonisti della mostra che presenta opere pittoriche di eccezzionale valore, ma anche un excursus sulla coeva produzione letteraria e musicale con l’esposizione della famosa Arpa Estense.

Il ritratto realizzato a Francesco I dal Velasquez, insieme ai capolavori di Correggio, Tintoretto, Guido Reni e Guercino sono solo alcuni dei grandi nomi presenti in mostra