Archivio tag: musei Torino

Luci d'Artista

NATALE CON I FIOCCHI

TORINO: UN NATALE REALE
Proposta valida dal 01 al 10 Dicembre 2017

Scaricate il programma

Torino, i mercatini nella coreografica scenografia della Palazzina di Caccia di Stupinigi, il centro storico illuminato e perché no, un caldo “bicerin” a fine giornata!

1° giorno : TORINO centro storico

Arrivo a Torino
Nel primo pomeriggio incontro con la guida e visita del centro storico: Piazza Castello, cuore della città,  con gli splendidi e storici palazzi che si affacciano – da Palazzo Madama a Palazzo Reale;  visita della barocca chiesa di San Lorenzo.
Proseguimento verso la scenografica piazza San Carlo con le sue chiese “gemelle” e i luoghi del Risorgimento Italiano.
Al calar della sera la città sarà illuminata dalle luci natalizie che la renderanno ancora più bella ed elegante. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento in hotel

2° giorno : Palazzina di Caccia di Venaria e la casa di Babbo Natale  

Dopo la colazione brevissimo trasferimento alla Palazzina di Caccia di Stupinigi: residenza Sabauda per la Caccia e le Feste edificata a partire dal 1729 su progetto di Filippo Juvarra. la Palazzina di Caccia di Stupinigi è uno dei gioielli monumentali di Torino, sontuosa e raffinata dimora prediletta dai Savoia per feste e matrimoni durante i secc. XVIII e XIX, nonché residenza prescelta da Napoleone nei primi anni dell’800, agli inizi del XX secolo è scelta come residenza dalla Regina Margherita, e dal 1919 è anche sede del Museo dell’Arredamento.

Dopo la visita tempo per “curiosare” tra i mercatini natalizi allestiti per l’occasione, divertirsi all’interno dell’Area Lego, visitare il presepe in pietra e… incontrare Babbo Natale nella sua casa ”reale”

Per finire un buon pranzo presso la Corte del Gusto, all’interno del cortile dell’Elefante

Rientro verso i luoghi  di provenienza

 

La quota comprende:

1 pernottamento in hotel 3* centrale con trattamento di mezza pensione – bevande incluse;
1 pranzo presso la Corte del Gusto (antipasto/ primo/ secondo con contorno/ dessert/ acqua e calice di vino);
Visite guidate come da programma (pomeriggio primo giorno + mattino secondo giorno);
Visita guidata del centro storico di Torino;
Visita guidata della Palazzina di Caccia
Ingresso alla Palazzina

1 free ogni 25 paganti in doppia

 La quota non comprende

Tutto quanto non espressamente indicato nella quota comprende:
Tassa di soggiorno

 

Quota di partecipazione
A partire da euro 135,00 a persona  in doppia   (in base alla disponibilità hotel)
Supplemento singola  25,00  euro a notte a persona

Con hotel 4* a qualche km dal centro

A partire da euro 120,00 a persona  in doppia   (in base alla disponibilità hotel)
Supplemento singola  23,00  euro a notte a persona

 Possibilità di prolungare il soggiorno includendo i suggestivi mercatini di Aosta

brueghel_06_trappola-per-uccelli

Brueghel alla Reggia di Venaria

Una mostra  che vale la visita e se poi non avete mai visitato la Reggia, vi consigliamo il biglietto tutto incluso e trascorrerete una giornata alla scoperta di questa affascinante residenza.

“Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga” inaugurata il 21 Settembre resterà aperta fino al 19 Febbraio alla Reggia di Venaria.

“La mostra Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga celebra alla Reggia di Venaria la più importante congrega di artisti fiamminghi a cavallo tra il XVI e XVII secolo, coloro che sono stati interpreti dello splendore del Seicento e la cui dinastia è diventata marchio di eccellenza nell’arte pittorica. Le opere esposte ripercorrono la storia -lungo un orizzonte temporale di oltre 150 anni- di cinque generazioni attive tra il XVI e il XVII secolo analizzando la rivoluzione realista portata avanti dal geniale capostipite della famiglia Pieter Brughel il Vecchio, seguito dai figli Pieter Brueghel il Giovane – Di suo figlio Jan Brueghel il Giovane è esposta la bellissima versiRisultati immagini per brueghel venariaone delle Tre grazie realizzata nel 1635 insieme a Frans Wouters accanto a Natura morta con frutta e uccello esotico (1670) di Abraham (pronipote di Pieter Brughel il Vecchio, specializzato nelle nature morte) e accanto a opere di Marten van Cleve – tra i più attenti al lavoro del capostipite della famiglia- che realizza tra il 1558 e il 1560 la straordinaria serie di sei tavole del Matrimonio contadino attualizzando temi evangelici come quello della Parabola del buon pastore (1578).”

E poi da Novembre anche quest’anno Torino si illuminerà fino a Gennaio 2016 con le Luci d’Artista, presto maggiori dettagli.

Per la programmazione completa What’s on in Torino

Vi aspettiamo! Richiedeteci il vostro preventivo individuale o di gruppo su oneiros_viaggi@yahoo.it

Van Gogh Alive, mostra Torino

Van Gogh Alive – Torino

“Van Gogh Alive” è il titolo della mostra inaugurata venerdì 25 Marzo presso la Palazzina della Promotrice delle Belle Arti a Torino, nel Parco del Valentino. Dal 26 Marzo al 26 Giugno.

Noi eravamo presenti all’inaugurazione e bisogna dire che le aspettative erano tante, dell’evento, infatti, si era già parlato tanto e alla presentazione Vittorio Sgarbi ha introdotto lo spirito che ha portato alla realizzazione di una mostra così particolare, su un artista indubbiamente affascinante.

Preferiamo non influenzarvi con giudizi personali, perché lo spirito dell’iniziativa è proprio quello di trasmettere emozioni e far vivere a ciascun visitatore la “propria esperienza” di Van Gogh. Ogni mostra è sempre un’avventura personale, un viaggio che ci deve condurre a vivere la nostra interpretazione di quanto stiamo vedendo, ma questa volta non si tratta solo di “vedere”, ma anche di “vivere dentro le opere”.

Van Gogh Alive – mostra a Torino

Già, infatti, non aspettatevi alcuna opera originale dell’artista, ma grandi pannelli che vi circondano e sui quali sono proiettati alcuni dei lavori più celebri dell’artista, ingigantite e in movimento, dal generale al particolare, in un fluire intenso e continuo d’immagini. Avvolti dalle opere e condotti attraverso un corridoio con le riproduzioni e le relative spiegazioni, si entra a far parte del mondo dell’artista, delle sue emozioni e si è accompagnati a confrontarle con le nostre, vivendo una vera e propria esperienza.

“3.000 immagini ispiratrici, trasformando ogni superfi­cie in arte, pareti, colonne, e per­sino i pavimenti : il più grande piacere sta semplicemente nel godere, in piedi, dell’arte, ampliare i propri sensi verso onde di immagini e suoni, intensi e belli. Muoversi su di loro come in una danza…”

“Dulcis in fundo”, troviamo blocchi e matite!
Sulle pareti una matita si muove e disegna le opere, invitando i visitatori a fare lo stesso, noi, non tanto abili nel disegno, abbiamo annotato alcune sensazioni e idee che ci erano state trasmesse e che volevamo ricordare precisamente per poterle raccontare a chi ci chiederà informazioni.

Su tutte un’impressione è più viva delle altre: non è una mostra, è un’esperienza che ci invita a lasciarci alle spalle il mondo reale e a lasciarci avvolgere dalle vibrazioni forti dei colori e delle linee: qualcuno ha commentato dicendo che era divertente, altri che era educativa e Voi pensate di andare a vederla?

 

il-nilo-a-pompei-990x720

Il Nilo a Pompei – Museo Egizio

“Il Nilo a Pompei”, prima grande mostra nelle sale dell’ultimo piano del rinnovato Museo Egizio di Torino. Se approfitterete della primavera per venire in città, una sosta per visitare il Museo Egizio rinnovato è praticamente d’obbligo e quindi vi consigliamo di includere anche una visita a questa mostra, dal tema certamente non facilissimo, ma di sicuro fascino.

Quanto tempo ci vorrà per visitare tutto, vi starete chiedendo…. buona domanda!
Ci vorranno almeno 3 ore, scarpe comode e tanta voglia di conoscere e scoprire una civiltà che in fondo, capirete, non è poi così lontana!

Mi sembra appena ieri quando in quelle sale si affollavano i quadri delle collezioni dinastiche della Galleria Sabauda, oggi invece la quadreria di Casa Savoia, ha trovato una sua degna collocazione entrando a far parte dei musei del Polo Reale e quella stessa area è diventata la nuova zona espositiva del Museo Egizio.
La mostra “Il Nilo a Pompei” non è che la prima di una serie di esposizioni che dovranno via via alternarsi in quelle sale e contribuire ad accrescere il lustro che il museo già ha in Italia e nel mondo.

Il tema affrontato è la diffusione della cultura egizia nelle civiltà del mediterraneo: si parte da Alessandria d’Egitto, si passa attraverso Delo per giungere fino in Campania: un viaggio attraverso i paesi, ma anche attraverso i secoli per scoprire che l’Egitto divenne non solo una moda, ma anche una mania.
Su tutte, al centro di tutto, Iside, l’antica grande dea della fertilità, identificata con Afrodite, variamente raffigurata, come potrete ammirare nei reperti in mostra e che, soprattutto, guardando la statua di “Iside lactans” del I sec A.C. , solletica la nostra curiosità mostrando evidenti affinità con le raffigurazioni cristiane della Madonna con Bambino.

Non vi anticipo altro, bisogna proprio venire a Torino per scoprire tutto, ma un consiglio: prenotate l’ingresso, così eviterete lunghe code.
Se poi vi volete fidare della nostra esperienza, richiedeteci il vostro preventivo personalizzato, vi forniremo l’hotel più adatto alle vostre esigenze, voucher per degustare il nostro famoso “bicerin” e il cioccolato, un pranzo veloce, ma con tradizione in uno “slowfastfood” tutto piemontese, dove potrete anche imparare qualche frase in dialetto…. che cosa aspettate a partire?
MOSTRA in CORSO FINO AL 04 SETTEMBRE 2016

Pasqua Torino

WEEK END di PASQUA a TORINO

Trascorrere il week end di Pasqua a Torino può essere l’occasione per scoprirla prendendosi un pochino di tempo in più, alternando visite a musei, a piacevoli passeggiate nelle eleganti vie del centro, o nel centrale Parco del Valentino o ancora, ammirarla dall’alto raggiungendo il Colle di Superga.

Noi vi proponiamo:

2 notti in hotel 3* a poche fermate di metropolitana dal centro storico – 4* semicentrale sempre comodo alla metro con parcheggio gratuito.

1 menù presso lo “slowfastfood” tipicamente piemontese MBun, che potrete consumare sul posto o portare via “per non perdere nemmeno un minuto di visite”! (il menù contiene 1 panino hamburger di fassone piemontese, patate fritte “Friciulà”, 1 bevanda analcolica, 1 porzione di dolce)

1 voucher per assaggiare un “bicerin” (bevanda calda a base di caffè, cioccolata e crema di latte)  al banco, in un elegante locale storico del centro;

A partire da € 136.00 a persona secondo disponibilità da verificare alla richiesta.

Su richiesta possiamo farvi trovare in hotel anche le Torino Card, utili per visitare mostre e musei.     
Torino+Piemonte Card valida 2 giorni
Intero musei e agevolazioni: € 35,00
Intero musei e agevolazioni+biglietto plurigiornaliero valido per i mezzi pubblici (2 giorni): € 39,50;

Torino+Piemonte Card 3 giorni:
Intero musei e agevolazioni: € 42,00;
Intero musei e agevolazioni+biglietto plurigiornaliero valido per i mezzi pubblici (3 giorni)€ 48,00;

matisse

Matisse a Torino

MATISSE E IL SUO TEMPO – dal 12 Dicembre 2015 al 15 Maggio 2016
Palazzo Chiablese – Piazza San Giovanni 2, Torino ( vicinanze di Piazza Castello)

Per il vostro soggiorno Vi proponiamo soggiorni in hotel 3* o 4* centrali e semi centrali, ma sempre comodi alla linea della metro e massimo mezz’ora dal cuore della città; diteci come pensate di raggiungere Torino e in quanti sareste e vi invieremo il preventivo più adatto alle vostre necessità includendo nelle nostre proposte voucher e buoni sconto per vivere la città anche attraverso le sue prelibatezze! Vi aspettiamo me #lamiatorino!

“L’osservatore critico del cubismo, discepolo di Renoir, Signac e Bonnard, eterno rivale di Picasso, maestro d’accademia e infine precursore di un’arte che anticipa l’espressionismo astratto newyorchese, firma 50 opere esposte a Palazzo Chiablese. Tutt’attorno, un corollario di pezzi da capogiro. Altri 47 capolavori di artisti a lui contemporanei: Picasso, Renoir, Bonnard, Derain, Modigliani, Miró, Derain, Braque, Léger, Marquet – tutti gentilmente offerti dal Centre Pompidou con cui Torino ha da anni intessuto una collaborazione più che prolifica.” (da La Stampa)Ecco che a Torino si apre una nuova mostra di eccellenza, 97 capolavori di Matisse e dei suoi contemporanei, un’altra mostra che vale il viaggio!

Per gli appassionati d’arte Torino, in questi mesi, offre davvero tantissimo: si può passare da Matisse a Monet senza dimenticare lo sguardo che la Fondazione Accorsi propone sul Divisionismo e poi non fatevi mancare un giro alla fantastica Reggia di Venaria, dedicando ancora uno sguardo anche a Raffaello.