Archivio tag: Coppi

SPECIALE PONTE dell’IMMACOLATA a “DOLCI TERRE”

Il fieristico di Novi Ligure ospita, il 6-7-8 dicembre 2014, Dolci terre 2014, la rassegna delle produzioni dolciarie, vitivinicole e gastronomiche, giunta alla sua XIX edizione, apertura dalle ore 10 alle ore 21.
I visitatori potranno degustare e acquistare il meglio delle produzioni del territorio, come la focaccia novese e la farinata, oppure assaggiare i piatti tipici della tradizione sia all’interno del centro fieristico sia nei ristoranti che proporranno il menu “Dolci Terre”.

Inoltre, a fianco al Centro fieristico, sarà aperto il Museo dei Campionissimi con oltre 3000 mq dedicati ai Campionissimi Coppi e Girardengo e alla bicicletta.

In occasione di Dolci Terre 2014, sarà inaugurato anche il Percorso dei Presepi a Novi. Numerosi diorami sulla Natività saranno ospitati a piano terra dei palazzi dipinti del centro storico e nelle chiese cittadine.

SE VUOI PARTECIPARE RAGGIUNGI NOVI LIGURE IN TRENO CON NOI
(Novi Ligure partecipa al taglio del 20% della CO2 entro il 2020!)
Entro il 30 novembre scrivi a oneiros_viaggi@yahoo.it – dicci in quale giorno intendi partecipare e con treno arriverai e ti invieremo :

• Programma completo delle manifestazioni
• Accoglienza in stazione e ti accompagneremo, con una passeggiata, a “Dolci Terre”
• n.1 voucher valido per partecipare al tour pomeridiano guidato della città tra i presepi e i palazzi dipinti a 1 euro;
• ingresso al Museo dei Campionissimi a prezzo ridotto € 4.00 (gratis per possessori Abbonamento Musei)
• Sconto del 10% sul pranzo presso il ristorante il Bunet (attiguo al padiglione fieristico) oppure presso IL BANCO (per gustare la Farinata, la Panissa o le frittelle di baccalà apprezzate anche da Gualtiero Marchesi; OBBLIGATORIA PRENOTAZIONE ENTRO 30 NOVEMBRE
• 1 VOUCHER per la degustazione GRATUITA di FOCACCIA accompagnata da un bicchiere di GAVI DOCG

E INOLTRE PER I TUOI REGALI DI NATALE in OCCASIONE di DOLCI TERRE:

EDIZIONE LIMITATA sarà possibile acquistare, come “cadeau di Natale”, le CASSETTE DI DOLCI TERRE, confezionate con i prodotti De.Co. del Paniere del Distretto del Novese (disponibili SOLO tramite la prenotazione di cui sopra ed entro il 25/11/2014):

Al costo di 16,50 euro con 250gr di amaretti morbidi di Voltaggio, 250gr di Pastine di Predosa, 250gr di baci di dama di Novi, cartolina per messaggio di auguri, segnalibro e cassettina di legno piemontese;

Al costo di 16,50 euro con 500 gr di Canestrelli al Gavi o bolliti, 250gr di Pastine di Predosa, 250gr di baci di dama, cartolina per messaggio di auguri, segnalibro e cassettina di legno piemontese;

Al costo di 13,50 euro con 1/2Kg ceci della merella, 1/2Kg canestrelli al gavi o bolliti, 250 gr di amaretti morbidi di Voltaggio, le ricette tipiche con i ceci, cartolina per messaggio di auguri, segnalibro e cassettina di legno piemontese;

Al costo di 13,00 euro con 1/2Kg ceci della merella, 1/2Kg di farina di mais ottofile tortonese prodotto a Merella, 2 birra artigianale di Pasturana da 33 cc, le ricette tipiche con i ceci e il mais, cartolina per messaggio di auguri, segnalibro e cassettina di legno piemontese.

CLICCA QUA E SCOPRI… la nuova proposta 2015!

 A SPASSO NELL’ALTO MONFERRATO TRA NOVI LIGURE E LE TERRE DEL GAVI

Nasce la collaborazione con il Distretto del Novese e grazie al loro supporto, unito alla nostra esperienza come tour operator, dal 2015 le terre dell’Alto Monferrato entrano a far parte della nostra programmazione.

Si tratta di un territorio compreso tra l’Appennino Ligure e la Pianura Padana, un territorio sospeso tra Piemonte e Liguria dove tradizioni, cultura ed enogastronomia originano un interessante mosaico di peculiarità ed eccellenze. E’ la terra di Coppi e Girardengo, oggi ricordati nel Museo dei Campionissimi; è la terra delle dolci colline di vigne Cortese e del famoso vino Gavi; è la terra della grande storia che comincia con gli antichi romani, testimoniata dai resti di Libarna, di eserciti e condottieri, ricordati dal maestoso Forte di Gavi e dei patrizi genovesi che a Novi avevano i loro bei palazzi dalle facciate variopinte; è uno dei più noti poli dello shopping con l’outlet di Serravalle Scrivia.

SCOPRITE LE PROPOSTE NELLE SEZIONI del SITO:

  • VIAGGI DI GRUPPO
  • TORINO e PIEMONTE IN AUTONOMIA
  • SCUOLE

A SPASSO TRA IL NOVESE E L’ALTO MONFERRATO

Visitare l’Alto Monferrato significa andare a zonzo tra i vigneti, attraverso le campagne, tra ville, casali e cantine, il territorio del novese offre numerose occasioni di scoperta e noi vi accompagniamo in questo viaggio;

Scegliete di fare un WEEK END di RELAX in un posto appartato, ma anche comodo al “paradiso dello shopping” del Serravalle Outlet ? Noi vi prenotiamo il Resort più adatto alle vostre esigenze e un buon ristorante per un pranzo o una cena per gustarvi i sapori del territorio e perché no, anche il personal shopper.

Cena in terrazza gustando il Monferrato

Serata romantica i Monferrato

Volete fare un TOUR IN AUTO alla scoperta del territorio, noi vi forniamo il tour da seguire e vi accompagniamo virtualmente a scoprire i gusti e la storia del territorio, prenotandovi pranzi e degustazioni ed indicandovi i luoghi di interesse da visitare anche con aperture esclusive.
Per poi finire la giornata nell’atmosfera rilassante di un comodo B&b o una romantica Villa Ottocentesca dove potrete apprezzare la calda accoglienza di questo territorio.

O preferite PEDALARE SCOPRENDO LE DOLCI COLLINE DEI “CAMPIIONISSIMI”. Voi arrivate a Novi Ligure con il mezzo che preferite (anche il treno) e al Museo dei Campionissimi iniziate il vostro viaggio!
Noi vi indicheremo le strade da seguire e i luoghi dove sostare sia per una golosa merenda (o colazione), sia per il pranzo e se volete passare il week end , anche il pernottamento. 

Solo Shopping?? Possibilità di Bus Navetta da: Stazione di Novi Ligure……

Noi vi suggeriamo una visita al Foret di Gavi, ma attenzione agli orari di apertura! Eccovi date e orari di apertura 2016

Foto tortona

TORTONA, il DIVISIONISMO e il TIMORASSO

PER GRUPPI
(la proposta è combinabile per chi desidera visitare la zona in più giorni)

Arrivo a Tortona per la visita alla pregiata Pinacoteca con più di ottanta opere incentrate sulla varietà dei linguaggi pittorici dei divisionisti. La raccolta documenta un momento fondamentale della cultura artistica italiana tra Ottocento e Novecento in tutto il suo contesto storico e sociale attraverso il dialogo dell’originario nucleo di tele di Giuseppe Pellizza da Volpedo con le successive mirate acquisizioni di opere di importanti artisti come Morbelli, Nomellini, Segantini, Previati e tanti altri.

Pranzo a Gavazzana il cui centro storico, d’impostazione medioevale, è arroccato su un’emozionante collina e ravvivato da moderni dipinti murali;
Si può poi proseguire la giornata verso Castellania per visitare la casa/museo di Fausto Coppi e terminare con la visita ad un Salumificio artigianale oppure visitare un’azienda produttrice del tipico vino locale, il “Timorasso”*.

*vino Timorasso: è un vitigno autoctono della provincia di Alessandria, a bacca bianca di qualità, coltivato essenzialmente nelle Valli Curone, Grue, Ossona e in Val Borbera; La sua produzione è assai limitata, ma di alta qualità. Il vino che se ne ricava, di buona struttura, è assai rinomato tra i buongustai; appartiene all’ultima generazione dei “bianchi” della provincia di Alessandria, nonostante le sue origini antiche.

Forte Gavi

LE TERRE DEL GAVI

PER GRUPPI
(la proposta è combinabile per chi desidera visitare la zona in più giorni)

IL FORTE, IL VINO E…..

Al mattino visita guidata al Forte di Gavi, (comoda salita di mezz’oretta a piedi) maestosa costruzione situata nel paese omonimo e costruito per difendere la Via Postumia che collegava la Repubblica di Genova e il Basso Piemonte. Al termine tempo libero per una passeggiata nel centro storico medioevale del paese per poter acquistare e assaggiare i suoi prodotti tipici.
Proseguimento verso una delle numerose cantine dei produttori di vino “Cortese di Gavi” visita e degustazione.

Pranzo tipico

Nel pomeriggio proseguimento delle visite con il paese di Voltaggio dove sarà possibile ammirare la collezione di opere d’arte sacra della pinacoteca, custodita nella Chiesa e nel Convento Cappuccino del piccolo paese. La Pinacoteca dei Cappuccini di Voltaggio offre una collezione di primissimo piano, opere che vanno dal XV al XVIII secolo di autori liguri, piemontesi e lombardi quali Luca Cambiaso, Domenico Fiasella, Sinibaldo Scorza, Bernardo Strozzi, Agostino Bombelli, Paolo Pagani.
Al termine si prosegue la scoperta dei sapori di questa terra al confine tra Piemonte e Liguria con la visita ad una storica panetteria/pasticceria dove si assisterà alla preparazione dei famosi amaretti morbidi di Voltaggio e al termine si assaggeranno appena sfornati.

Museo Campionissimi

NOVI LIGURE : I “CAMPIONISSIMI”

PER GRUPPI
(la proposta è combinabile per chi desidera visitare la zona in più giorni)

….LA STORIA E LA TRADIZIONE ENOGASTRONOMICA

Incontro con la guida al Museo dei Campionissimi e visita guidata: inaugurato nel 2003, è considerato il più grande omaggio alla storia della bicicletta e del ciclismo, oltre che un modo per ricordarne i protagonisti novesi che ne hanno ispirato l’idea: Fausto Coppi e Costante Girandengo. La Sala dei Campionissimi, dedicata alla memoria dei grandi campioni, con cimeli e testimonianze inedite della loro gloria, ma anche del loro quotidiano di persone e l’evoluzione della bicicletta, da Leonardo da Vinci ad oggi, il tutto presentato in un museo moderno ed interattivo.
Proseguimento della visita al centro storico di Novi Ligure, con i caratteristici palazzi dipinti, la Chiesa della Collegiata e l’Oratorio di Santa Maria Maddalena. Durante la passeggiata sarà possibile fermarsi ad acquistare ed assaggiare alcune specialità gastronomiche locali come la focaccia , i baci o gli amaretti.
Pranzo tipico. (suggerito farinata)

Al pomeriggio visita alla Pieve di Novi, risalente al XII sec, a poca distanza dalla città, è il piú antico edificio a carattere religioso attualmente conservato sul territorio novese. (Il regista Sandro Bolchi nel film I promessi Sposi 1967 utilizza il Novese per tutte le scene in esterno del film, in particolare la Pieve di Novi Ligure diventa il convento di Fra’ Cristoforo). Si prosegue nei dintorni di Novi andando a scoprire la frazione Merella con le caratteristiche case in “terra cruda”, fino alla cascina Lanzone per vedere dove nascono i ceci “deco” (denominazione comunale) della Merella, e il “Mais Otto bile” tortonese lavorato a pietra;

OPPURE: nel pomeriggio sostituire con la visita agli scavi dell’antica Libarna o con la visita alla Bodrato, fabbrica artigianale di cioccolato